Insidious 2 (2013)


Streaming

Accedi per visualizzare questo video.


Descrizione

1986. Un medium di nome Carl chiede aiuto alla sua amica Elise per scoprire cosa tormenta il figlio di Lorraine Lambert, Josh. Con la collaborazione del bambino, Elise cerca di trovare la posizione dell'entità che lo perseguita durante il sonno attraverso il gioco "acqua o fuoco", arrivando nella sua camera da letto, di fronte all'armadio, dove viene ferita al braccio. Elise capisce che si tratta di uno spirito malvagio e che Josh ha la capacità di viaggiare in un mondo misterioso, chiamato l'Altrove. Carl, Elise e Lorraine decidono di far dimenticare al bambino le sue capacità attraverso l'ipnosi. Venticinque anni dopo, Renai, la moglie di Josh, sta venendo interrogata da un detective della polizia sulla morte di Elise. Sconvolta dalla possibilità che il marito possa essere un assassino, Renai decide di trasferirsi con la sua famiglia a casa di Lorraine. Mentre tutti vanno a letto, Renai inizia ad assistere a degli strani avvenimenti in tutta la casa. Josh, che Renai pensa possa essere posseduto dalla vecchia donna che lo perseguitava durante l'infanzia, le dice di non preoccuparsi e che andrà tutto bene. Il giorno successivo Renai vede una donna che indossa un abito bianco seduta in salotto. Seguendo poi le grida del suo bambino per tutta la casa, si trova faccia a faccia con lei, ricevendo però uno schiaffo così forte da farla svenire. Anche Lorraine ha notato la presenza di qualcosa di strano nella sua casa e fa visita agli assistenti della defunta Elise, Specs e Tucker, per cercare una spiegazione. A complicare ulteriormente la situazione si aggiunge un vecchio video della notte del 1986 trovato dai due, dove in un fotogramma hanno notato come il Josh del presente si trovasse alle spalle del Josh bambino durante la seduta con Elise. Mostratole il filmato, i due assistenti chiamano Carl, che ascolta la storia di Lorraine e cerca di contattare Elise usando dei dadi con delle lettere al posto dei numeri per avere delle risposte alle loro domande. Attraverso questo metodo gli viene detto di andare all'ospedale dove anni prima lavorava proprio Lorraine. Arrivati nell'edificio abbandonato, nel reparto di terapia intensiva, la donna racconta la storia di un paziente di nome Parker Crane, che aveva spaventato suo figlio e si era suicidato gettandosi dal tetto dell'ospedale. Successivamente i quattro capiscono che Elise li sta portando alla casa di quest'uomo, dove i due assistenti vengono minacciati dal fantasma di una bambina bionda e trovano in una stanza segreta un abito da sposa nero con velo e diversi ritagli di giornale riguardo ad un uomo chiamato "la sposa oscura", che aveva rapito e ucciso diverse persone con indosso appunto quell'abito. Lì cercano di ricontattare Elise attraverso i dadi, ma in realtà stavolta a parlare loro è la madre di Parker, che cerca di ucciderli facendo cadere un antico lampadario. Lorraine capisce che suo figlio è posseduto e arriva a casa per avvertire Renai che lei e i ragazzi devono allontanarsi da Josh. Una volta in macchina, Lorraine parla alla nuora della storia de "la sposa oscura" e della teoria che il vero Josh sia intrappolato nell'Altrove. Nello stesso momento Carl arriva alla casa dove si trova Josh con una siringa di sedativo in tasca. Dopo una breve discussione il piano di sedare Josh fallisce e i tre vengono messi KO. Dopo aver ricevuto un messaggio dal telefonino di Tucker che le dice che è andato tutto bene, Lorraine e Renai tornano a casa, cadendo però nell'imboscata di Josh. Bloccata la madre nell'armadio, l'uomo stende e tenta di soffocare Renai, ma Dalton, appena tornato a casa con Foster, lo colpisce alla testa con una mazza. Approfittando dell'occasione Renai e i bambini scappano al piano di sotto e si barricano nella lavanderia. Qui, sdraiato in un angolo con un barattolo di latta utilizzato come telefono, Dalton si addormenta e va nell'Altrove per cercare di salvare suo padre. Allo stesso tempo, Josh comincia a farsi strada nella stanza martellando il muro. Nell'Altrove il vero Josh incontra Carl e i due, vagando nello strano mondo, trovano in una sorta di ricordo la vecchia casa di Josh, in cui quest'ultimo cerca di entrare dopo aver visto un demone e fa scattare l'allarme. Qui appare Elise, che lo aiuta ad allontanare lo spirito malvagio. Successivamente i tre entrano in un ricordo del passato di John per chiedere al Josh bambino dove si trova la casa di Parker. Quest'ultimo gliela indica e si può notare come in realtà sia stato Carl ad aprire la porta. Arrivati alla casa, assistono ad un altro ricordo, stavolta della madre di Parker, la donna in bianco, che insulta e picchia suo figlio nel tentativo di convincerlo che in realtà lui è una bambina e di chiamarsi Marilyn, la stessa bambina bionda che i due assistenti avevano incontrato nel mondo reale. La madre si accorge dell'intrusione dei tre e blocca Carl e Elise fuori dalla stanza, mentre Josh rimane chiuso dentro, al buio e circondato da corpi coperti da lenzuola. Quando sotto una di esse trova la madre di Parker, questa cerca di soffocarlo, ma Elise entra nella stanza con l'aiuto del giovane Parker e salva Josh colpendo la madre da dietro con un cavallo a dondolo, per poi infliggerle i colpi di grazia. Carl e Josh fuggono dalla casa ma vengono circondati da spiriti malvagi. Fortunatamente incontrano Dalton, che li aiuta a tornare nel mondo reale seguendo il filo del barattolo di latta. Nel mondo reale Josh è entrato nella lavanderia, ma è crollato a terra dopo che nell'Altrove la madre di Parker è stato colpita dal cavallo a dondolo, proprio mentre stava per uccidere Dalton. Fortunatamente si risveglia insieme a suo figlio. Carl decide insieme alla famiglia di ipnotizzare sia Dalton che Josh per far dimenticare a entrambi la loro capacità di viaggiatori e tutto ciò che è successo con essa.